royal opera house - nuova stagione 2017/2018

Roh_2017-2018

Ad inaugurare la stagione una delle più amate opere di Mozart, Il flauto magico (mercoledì 20 settembre 2017). Proposto per la prima volta nelle sale, lo spettacolo condurrà il pubblico nelle terre della Regina della Notte.

Sarà poi il momento della nuova produzione della struggente opera di Puccini, La Bohème (martedì 3 ottobre 2017) con la regia di Richard Jones e la direzione d’orchestra di Antonio Pappano. Ambientata nella seconda metà del 19° secolo, la produzione riporterà in vita il cuore più profondo della cultura parigina del tempo.

Il Rigoletto di Verdi (16 gennaio 2018) ritornerà alla Royal Opera House grazie alla produzione di David McVicar per raccontare tutta la crudeltà e la degenerazione della corte di Mantova.

Prendendo spunto da temi altrettanto duri e devastanti, l’interpretazione di Jonathan Kent dell’ardente opera di Puccini, Tosca (mercoledì 7 febbraio 2018) metterà in scena i pericolosi scontri della Roma del 1800.

Dopo l’impressionante successo di Francoforte, la Carmen di Barrie Kosky approderà alla Royal Opera House e sarà trasmessa via satellite martedì 6 marzo 2018. Quest’emozionante interpretazione rivisita la versione originale dell’opera di Bizet, rappresentando in modo nuovo i mondi dell’opera comica, del varietà e della commedia musicale a cui questi si era ispirato.

L’ultima produzione operistica della stagione al cinema sarà il Macbeth di Verdi (mercoledì 4 aprile 2018). Col direttore d’orchestra Antonio Pappano, Anna Netrebko assumerà il ruolo della manipolatrice e subdola Lady Macbeth, per la prima volta a Covent Garden in questo dramma feroce ispirato all’opera di Shakespeare.

 

Anche sei produzioni del Royal Ballet verranno proiettate in diretta via satellite nei cinema durante la stagione 2017/18. Il primo balletto sarà Alice nel paese delle meraviglie (lunedì 23 ottobre 2017) di Christopher Wheeldon. La leggiadra narrazione dell’amatissima storia di Lewis Carroll sarà una stravagante festa per gli occhi grazie a proiezioni, tip tap e costumi di scena variopinti.

Dopo aver raggiunto oltre 130.000 cinefili in tutto il mondo lo scorso dicembre, il balletto più amato dalle famiglie durante il periodo delle feste, Lo Schiaccianoci (martedì 5 dicembre 2017), tornerà su grande schermo per incantare il pubblico con fiocchi di neve, la terra dei dolci e balletti sensazionali. 

Sarà poi il turno del balletto basato su Il racconto d’inverno di Shakespeare (mercoledì 28 febbraio 2018) in una produzione di Christopher Wheeldon che ha vinto il premio Olivier: qui la tragedia famigliare sarà amplificata dalla colonna sonora emozionante e coinvolgente di Joby Talbot.

Si celebrerà poi il centenario della nascita di Leonard Bernstein con Bernstein Centenary, un trittico spettacolare che comprenderà due nuovi pezzi creati del coreografo residente Wayne McGregor e dell’artista associato Christopher Wheeldon, e Age of Anxiety di Liam Scarlett, danzato sulle note della Symphony No.2 di Bernstein (martedì 27 marzo 2018).

Il Royal Ballet porterà poi in scena l’epica Manon (giovedì 3 maggio 2018), la storia di una giovane ragazza che paga il prezzo più alto per aver scelto il lusso e la ricchezza anziché l’amore vero.  La partitura di Jules Massenet non permetterà a nessuno di lasciare il cinema senza avere occhi lucidi.

L’ultimo spettacolo della stagione sarà l’attesissima nuova messa in scena de Il lago dei cigni (martedì 12 giugno 2018) di Liam Scarlett. Basata sulla coreografia di Marius Petipa e Lev Ivanov, l’interpretazione di Liam Scarlett allieterà il pubblico, che potrà assistere a un punto di vista moderno di quello che è presumibilmente il balletto più famoso al mondo.